Itinerari nelle vicinanze

Monselice

monseliceLa nascita di Monselice come nucleo cittadino risale al V-VI secolo ed è dovuta ad una prima fortificazione del colle della Rocca da parte dei bizantini, fortificazione che si rivela importante sul piano della strategia difensiva. Le strutture esistenti vengono ulteriormente potenziate dopo l’invasione dei franchi, e si compongono, attorno all’anno mille, di un tessuto abitato discontinuo sulle pendici della Rocca e di un nucleo difensivo a guardia del ponte sull’antico fiume Vigenzone, che passava ai piedi della collina. Se vuoi prenotare presso il nostro affittacamere a Monselice per visitare la città e tutti gli itinerari circostanti, contattaci telefonicamente o scrivici compilando il form.

Il mastio voluto da Federico II di Svevia domina dalla sommità del colle l’abitato sottostante. Le mura merlate e il poderoso complesso del castello con la sua ricca collezione d’armi e armature, ricordano l’importanza strategica di questa cittadina in epoca medievale, e la Giostra della Rocca, spettacolare manifestazione che si ripete ogni anno la terza domenica di settembre, rievoca i giorni in cui Federico II soggiornò a Monselice. Info: IAT Monselice tel 0429 783026 www.turismomonselice.it

Arquà Petrarca

arqua-petrarcaArquà Petrarca è un Borgo medievale che conserva immutato il fascino di un tempo ed è considerato la perla dei Colli Euganei.
Abitato fin dai tempi romani, acquistò importanza dopo che Francesco Petrarca, sommo poeta della lingua italiana, desiderò trascorrere gli ultimi anni della sua vita nella caratteristica serena quiete del luogo. Il paese ne conserva la casa e la tomba con le spoglie. Il richiamo alla memoria del poeta favorì nei secoli successivi il sorgere di case e ville di molte famiglie venete, che costituiscono oggi un patrimonio artistico ed architettonico degno di essere visitato e rivisitato con religiosa attenzione.
I recenti interventi, i cui sforzi sono stati finalizzati alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico e naturalistico, hanno dato i loro frutti ed oggi la Città di Arquà Petrarca è stata ammessa al ristretto club dei Borghi più Belli d’Italia ed ha ricevuto l’elezione a Bandiera Arancione del Touring Club. Oltre l’aspetto storico naturalistico sono stati fatti notevoli investimenti anche nella promozione dei prodotti locali in particolar modo dell’Olio che ha portato il Borgo ad aderire all’Associazione Nazionale Città dell’Olio.

Terme di Abano – Montegrotto

abano-termeImmerse nel verde rigenerante del parco dei Colli Euganei, le Terme Euganee, con i due centri principali di Abano e Montegrotto, ed i centri più piccoli di Galzignano, Battaglia e Monteortone di Teolo, sono il luogo ideale per ritrovare equilibrio, benessere e bellezza. Il segreto è nell’acqua, che partendo dagli incontaminati bacini delle Prealpi, dopo un lungo percorso sotterraneo, durante il quale si arricchisce di sostanze minerali particolarmente benefiche, riaffiora nel territorio delle Terme Euganee ad una temperatura di 87°.
Quest’acqua, unica al mondo, è alla base del processo di maturazione, conservazione e rigenerazione del fango termale, ineguagliabile per le sue proprietà salso-bromo-iodiche e le capacità terapeutiche. Una ricchezza, quella dell’acqua termale, che contraddistingue il bacino termale euganeo da millenni con una continuità che ha radici nella lontana protostoria e si è mantenuta inalterata fino ad oggi.
Gli antichi paleoveneti avevano qui un santuario lacustre particolarmente frequentato tra l’VIII ed il III secolo a.C., come dimostrano i reperti archeologici consistenti in migliaia di vasetti fittili e piccoli bronzi votivi.

Se vuoi prenotare presso il nostro alloggio ad Abano Terme per visitare la città e tutti gli itinerari circostanti, contattaci telefonicamente o scrivici compilando il form.

Padova

padovaCittà di grandi tradizioni artistiche e culturali, Padova vanta oltre 3000 anni di storia, che le hanno lasciato in eredità una miniera di monumenti di grande valore storico-artistico. Numerosi gli itinerari tematici per scoprire i grandi e piccoli tesori di questa sorprendente città.
E’ tutto da scoprire il sorprendente patrimonio artistico di Padova e provincia: affreschi, dipinti, sculture, vetri, gioielli fino alle meraviglie dell’architettura, le ville e i castelli. Non potete perdere i capolavori dei grandi maestri, Giotto, Donatello, Tiziano, Palladio.
L’ampia ed immediata diffusione del Cristianesimo nel padovano è testimoniata dall’immenso patrimonio architettonico-religioso costituito da chiese, cappelle, luoghi sacri, monasteri ed abbazie, presenti su tutto il territorio.
Padova è la città ideale per scoprire il cammino fatto dall’uomo nel campo della scienza, della tecnica, del sapere, della creatività, grazie soprattutto alla presenza dell’Università, una delle più antiche e gloriose d’Europa.

Città Murate

ESTE

esteCentro principale dei Paleoveneti, della cui civiltà si conservano preziosi reperti nel Museo Nazionale Atestino, nel Medioevo fu uno dei principali centri fortificati per il controllo del territorio. Conserva i resti del possente castello, eretto tra il 1338 e il 1339 da Ubertino da Carrara, circondato da una cinta lunga 1.000 metri, abbellita da 12 torri, che oggi racchiude i giardini pubblici. Info: IAT Este tel 0429 600462.

MONTAGNANA

montagnanaSplendida città murata che conserva, praticamente intatta, la cinta  medievale lunga quasi due chilometri, rafforzata da 24 torri esagonali e da due poderosi castelli, il Castello di s. Zeno, nucleo cittadino di origini antichissime, oggi sede del Museo Civico, e la Rocca degli Alberi, esemplare testimonianza di ingegneria militare trecentesca, oggi sede dell’Ostello della Gioventù. La  prima domenica di settembre i 10 Comuni dell’antica Sculdascia si contendono il pallium, nell’emozionante Palio di Montagnana. Info: IAT Montagnana tel 0429 81320.

CITTADELLA

cittadellaSituata a circa 30 km a nord di Padova, costituisce un esempio eccezionale in Europa di borgo murato di pianura concepito fin dall’origine a perimetro ellittico. Conserva intatta la propria cinta murarian eretta a partire dal 1220 ed è arricchita da 32 torri. Le quattro torri principali sono a difesa delle quattro porte d’ingresso alla città. La Torre di Malta è menzionata nella Divina Commedia di Dante (Paradiso, IX, 54). E’ possibile percorrere l’intero camminamento di ronda. Info: IAT Cittadella tel 049 9404485.